Relazioni pericolose: la genesi e lo sviluppo del Festival viste dal direttore artistico.

Oggi intervisto Piero Galli, direttore del Festival intercomunale di cinema amatoriale.

Com’è nato e come si sviluppa il Festival?

Il Festival intercomunale di cinema amatoriale nasce nel 1999 dalla passione per il cinema di un gruppo di ragazzi (denominato “Gruppo Zona”) che avevano come punto di ritrovo una sala del municipio di Collebeato.

Partendo da quest’esperienza nasce un Cineforum e da qui l’idea di un festival di cinema amatoriale.

Qual’è e come viene scelto il tema dell’attuale e delle passate edizioni? 

Ogni anno viene scelto per il festival un filo conduttore differente che detta l’organizzazione dell’edizione e la scelta degli ospiti, ma non influisce sui film in concorso, infatti  per i concorrenti il tema è libero.

Quest’anno il festival diventa maggiorenne (quella di quest’anno, infatti, è la XVIII edizione) e, proprio per questo, il tema, che sarà binario del festival, è l’amore trattato a 360 gradi. Saranno quindi molti i possibili sviluppi: il cinema romantico, la commedia sexy per arrivare anche al cinema hard.

Perché la scelta di usare il termine “intercomunale”? Si tratta di un festival a carattere solo nazionale?

Il termine “intercomunale” è, in effetti, un gioco di parole, in quanto è inteso sia nel senso di “comune” che “fuori dal comune”. Il festival infatti accetta qualsiasi tipo di proposta cinematografica amatoriale dall’Italia e dall’Estero. Tra i settanta film in concorso di quest’edizione sono due i concorrenti che non fanno parte del territorio nazionale: uno da Madrid e uno da Lugano.

Un breve excursus sulla tua esperienza all’interno di questa realtà.

Sono stato direttore artistico di quasi tutte le edizioni del F.I.C.A., nelle edizioni del quale ho avuto modo di veder nascere nuove relazioni e collaborazioni e dove ho avuto modo di scoprire nuovi talenti. All’interno di un contesto arricchente come questo, infatti, si ha la possibilità di incontrare la genialità inaspettata che ha la capacità di stupire rispetto al cinema “ufficiale”. In relazione al cinema da blockbuster è interessante avere il parere sul cinema amatoriale e indipendente da parte dei nostri ospiti, che provengono da questo ambiente.

Una peculiarità di questo festival è il contatto diretto con il pubblico: la giuria, infatti, vede ed analizza il prodotto per la prima volta insieme agli spettatori.

Quali sono gli ospiti per quest’edizione?

Quest’anno avremo l’onore di ospitare Ciro Ippolito: regista, attore e produttore che nel corso della sua carriera si è dimostrato essere un’artista versatile, avendo lavorato sia a film dal classico romanticismo per giungere nel mondo della pornografia.

Ci sarà anche Lory del Santo, l’ex soubrette ed attrice che verrà premiata per la serie romantica “The Lady”.

Inoltre sarà virtualmente presente in video-chiamata l’attivista “pro-clitoride” Gia Balestra, rappresentante di “Europe Magic Wand”.

Gaia Bellotti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...